Cuffie elettrostatiche, magnetiche e dinamiche

Di cuffie in commercio ne esistono di vari tipi e modelli. La differenza tra i prodotti va fatta in base al modo in cui sono stati costruiti, alle dimensioni, alla forma e al tipo di utilizzo che se ne fa. Tutti i dettagli si possono consultare su Migliore Cuffia.

Un aspetto da considerare quando si dividono le cuffie in categorie è quello della tecnologia di costruzione e del tipo di trasduttore montato su di esse; ne esistono di tre tipi: elettrostatiche, elettromagnetiche e dinamiche. Le cuffie elettrostatiche assicurano un’elevata qualità del suono: non a caso questi prodotti sono molto usati da chi ama la musica acustica. Il prezzo è elevato. Vengono dette elettrostatiche perché fanno uso dell’attrazione e della repulsione elettrostatica per muovere le membrane.

Le cuffie elettromagnetiche assicurano una buona qualità del suono. Sono denominate in questo modo perché sulle membrane è posizionato un magnete.

Le cuffie più gettonate sono senza alcun dubbio quelle dinamiche. La parte magnetica è posizionata in modo fisso sulla cuffia; la bobina si trova, invece, sulla membrana. Il punto di forza delle cuffie dinamiche è il prezzo: hanno un costo accessibile a tutti. Come svantaggio c’è sicuramente l’aspetto della qualità che non è quasi mai elevata.

La forma

Oltre alla tecnologia, un’altra distinzione che viene fatta tra le cuffie in commercio è per la forma. Esistono, infatti, le cuffie circumaurali, sovraurali, auricolari e in-ear. Le prime coprono completamente l’orecchio; le sovraurali – così come spiegato già dal nome stesso – vengono collocate sull’orecchio. Le cuffie auricolari sono compatte e di piccole dimensioni. Ottimo il rapporto qualità/prezzo anche se non si raggiungono elevati livelli. Le cuffie In-ear sono quelle che vanno inserite nel condotto auricolare ed isolano correttamente i suoni esterni.

Utilizzo

Una delle categorie in cui poter suddividere le cuffie riguarda l’uso che ne facciamo. C’è chi utilizza questi apparecchi per scopi professionali; in questo caso le cuffie dovranno assicurare un completo isolamento dai rumori sia per quanto riguarda quelli in entrata che in uscita. E’ necessario che siano confortevoli e di ottima qualità.

Chi le usa in casa può scegliere tra modelli di un’ampia gamma di prodotti in base anche al prezzo e dunque al budget che si ha a disposizione. Per sbizzarrirsi ad una sessione di videogiochi, serviranno le cuffie gaming che sono caratterizzate anche da un microfono.

Infine ci sono le cuffie usate negli uffici. Anche in questo caso è necessario che ci sia un microfono. La qualità del suono, in questi casi, non è il parametro principale da considerare.