Gps da ciclismo per mountain bike

Cosa si può chiedere a un Gps da ciclismo per mountain bike? Che caratteristiche dovrebbe avere per soddisfare le aspettative dei bikers? Malgrado questo prodotto sia relativamente giovane, rispetto ad altri device, sono già molti i brand che scommettono sul dispositivo in uso agli appassionati di mountain bike, una sorta di utenti di nicchia, che però tanto di nicchia non sono a giudicare dalla passione per la mountain bike che accomuna un esercito di bikers di tutte le età. Tornando al ciclocomputer Gps per MTB cosa deve avere per essere all’altezza delle aspettative dei suoi utenti? Va detto subito che non si può generalizzare attribuendo a questi dispositivi una natura analoga a quella dei device in uso a ciclisti che usano biciclette diverse. Questo perché la mountain bike, prima ancora di essere una bici, è una filosofia, un simbolo, un ‘cult’.

Cosa simboleggia lo sappiamo, interpreta voglia di evasione, di libertà, senso dell’avventura, brama di scoperta. Tutto questo, in qualche modo, deve trovare supporto nel ciclocomputer Gps che dev’essere in grado, mai come in questo caso, di farsi interprete di queste istanze attraverso le proprie funzioni al servizio del ciclista. L’esplorazione di territori insondati è nel dna di chi va in mountain bike, in questo senso il contributo del navigatore gps sarà quello di guidarlo alla scoperta di terre sconosciute. Come? Guidando il biker su sentieri inesplorati, indicando le rotte meno scontate, qualificandosi come un compagno d’avventura nel senso letterale del termine. La passione per la MTB si sposa a pratiche di ‘full immersion’ nella natura, ma attenzione a non perdere la bussola, anche in quel caso un buon gps da ciclismo saprà riportarvi sulla strada giusta.

Perdersi quando non si conosce una zona, un bosco, un fianco di montagna può essere più facile del previsto, ecco allora che entra in ballo questo dispositivo, fornito di riferimenti, dati e specifiche per rendere qualsiasi esplorazione sicura e avvincente, volendo anche condivisibile con chi porta un gps compatibile in modo da interagire con chi prova le stesse emozioni. Considerata l’asperità dei luoghi dove, abitualmente, si avventurano i bikers in MTB è necessario che questi dispositivi simili a smartphone siano estremamente resistenti agli urti e agli agenti atmosferici, forniti di mappe e dotati di funzioni ‘extra’ per toglierci d’impaccio in ogni evenienza o situazione critica.

Ulteriori informazioni su questo sito https://gpsdaciclismo.it/